Presentazione del libro ”Il Grande Libro dei Vini Dolci d’Italia“

Ad inizio mese ho avuto l’opportunità di presentare assieme all’autore, il giornalista Massimo Zanichelli, e al padrone di casa, Nicola Dal Maso, un nuovo libro dedicato ai vini dolci d’Italia dove, se avete modo di sfogliarlo, troverete anche il mio Recioto di Gambellara Docg Cul d’Oro.
E’ stata una serata in compagnia di amici ed appassionati, che hanno avuto la possibilità di fare un vero e proprio viaggio nei vini dolci italiani che ci ha portato Massimo, abbinati ai piatti preparati dalle mani esperte di Francesco Bertola del ristorante La Marescialla di Selva di Montebello.

In degustazione c’erano, tra gli altri, il mio Recioto di Gambellara Docg “Cul d’Oro” 2010 abbinato a degli gnocchi di zucca con cannella, burro, zucchero e uvetta passa e poi in anteprima ci tenevo a far assaggiare ai presenti la prova di quello che sarà il mio Vin Santo 2008 che sta ancora affinando in damigiana accompagnato da un semifreddo alla liquerizia e Tarte Tatin di mele.

E’ un processo lungo quello che ci porta a mettere in commercio vini di questo tipo: prima la lavorazione in vigna, l’appassimento in cantina, la vinificazione e poi solo il tempo ci darà ragione nel produrre vini così particolari e carichi di storia.Possiamo parlare di scoperte enologiche, in alcuni casi di conferme e di abbinamenti azzardati, come le ostriche con i lamponi, che hanno stupito tutti gli ospiti.
A volte per valorizzare i nostri vini dolci ci vuole un po’ di coraggio per portarli fuori dallo stereotipo del consumo consueto, quello abbinati ai dolci e a fine pasto; noi ci abbiamo provato e il successo era sulle facce contente delle persone, a fine serata.