Annata 2014: impegnativa e faticosa

Vendemmia 2014L’annata 2014 è stata molto impegnativa e faticosa. Già dalla primavera le piogge son state abbondanti e han fatto si che cominciasse presto la lotta alle due malattie funginee più importanti per la vite, la peronospora e l’oidio.

L’estate è continuata come la primavera, molte piogge, molta umidità e, purtroppo come se non bastasse, anche 3 importanti grandinate che hanno compromesso parte del raccolto in alcune zone. Non mi son perso d’animo, anche se in quei momenti è facile farlo, e ho continuato a lavorare per mantenere sana l’uva rimasta e soprattutto le foglie così che la pianta ricominciasse subito a lavorare di nuovo. Ho avuto ragione, le viti hanno iniziato presto a lavorare ed ancora adesso hanno tantissime foglie così da assimilare il più possibile sostanze di riserva per ripartire forti e alla grande la prossima primavera.

La vendemmia , causa questa estate mite e piovosa, è iniziata in ritardo rispetto agli ultimi anni. Ho iniziato con le uve precoci i primi di settembre. Grande lavoro per selezionare i grappoli migliori e non attaccati dal marciume. E’ poi finita ai primi di ottobre con la garganega per i due Gambellara Doc Cl.

In collina, anche se le forti grandinate hanno eliminato il 90% del raccolto, con l’uva rimasta e grazie ad una accurata selezione sono riuscito a fare dei vini territoriali e fini. Quest’anno non ho potuto e voluto produrre alcuni vini come i due passiti, il Merlot e il Recioto, perché era impossibile, secondo me, appassire l’uva mantenendola sana fino alla pigiatura. Non è stato fatto il 1950 perché l’uva non maturava e quando iniziava a farlo marciva. Lo spumante di uva durella non l’ho prodotto perché la grandine mi ha portato via tutta l’uva. Non ho voluto fare questi vini per mantenere alta la qualità che sono riuscito a raggiungere in questi ultimi anni e poi sono anche dell’idea che se la natura in alcuni anni non mi premia non devo forzarla perché le cose fatte contro natura prima o poi si ribellano.

Così mi son impegnato al 120% per produrre i miei due Gambellara Doc Cl solo con l’uva e devo dire che, a 40 giorni dalla vinificazione, i vini rispecchiano anche quest’anno il territorio, sono sani e molto freschi, meno strutturati rispetto al 2013 ma molto fini ed eleganti.DSCN6032

 Mosto di Garganega in fermentazione